Baveno vanta una grande tradizione di parchi e giardini, favoriti dal clima mite e dalla spettacolare morfologia del territorio in cui lo sfondo di ogni scena è lo specchio del lago e la quinta montuosa che lo circonda. Un tour in battello o in motoscafo offre suggestivi quadri ambientali che consentono di ammirare in tutto il loro splendore le ville con i loro giardini, gli alberghi e i profili dei paesini incastonati come gioielli nel paesaggio che si specchia nell’acqua.

 

Parco pubblico di Villa Fedora

 

A Baveno sorge Villa Fedora, immersa nella frescura del Parco Comunale. Dimora ottocentesca testimone di eventi lieti e funesti: da proprietà del grande musicista Umberto Giordano a rifugio per una facoltosa famiglia ebrea segnata da un tragico destino a ente per madri bisognose. Oggi è proprietà della Camera di Commercio del VCO che qui ha la sua sede e che ha provveduto a lavori di restauro.

Il rigoglioso parco all'inglese, popolato da querce, camelie, mimose, azalee, è aperto al pubblico nei mesi estivi, duranti i quali  è molto frequentato per la bella spiaggia e che rappresenta nelle ore pomeridiane un rifugio dalla calura estiva.

 

 

Parco pubblico di Villa Mussi a Oltrefiume

 

La villa di classica fattura si affaccia tramite un giardino sulla bella piazzetta di fronte alla chiesa di San Pietro Martire, nella frazione di Oltrefiume. L’antico edificio è diviso in due parti dal vano dello scalone chiuso con vetrate nel 1910, epoca in cui fu realizzata anche la torretta belvedere d’impronta liberty. Fu residenza di Francesco Cazzamini Mussi (1888-1952) poeta e storico, collaboratore e amico di Marino Moretti. Parte del vasto parco è divenuto di proprietà comunale ed è accessibile a tutti coloro che vogliono passare qualche ora in mezzo alla natura.

 

 

Lungolago di Baveno

 

Il lungolago di Baveno si estende dall’imbarcadero sino al nucleo storico di molino di ripa nei pressi della meravigliosa villa Henfrey Branca. Più di 1.4 chilometri di passeggiata ad anfiteatro che visivamente abbraccia il golfo Borromeo con vista sino a Laveno, fiancheggiata da alberi ed aiuole di fiori con larghi viali, fontane, un'arena e giochi per bambini, invita a fermarsi su panchine o ai tavolini dei bar per crogiolarsi al sole. Una vera e propria cornice per il paese, dalla mattina sino alla sera, quando l’illuminazione permette di fare delle piacevoli passeggiate al chiaro di luna.

Il primo tratto di lungolago fu quello che si trova di fronte a Villa Branca, donato da Maria Branca alla Pro Loco di Baveno nel 1906 (in questa zona si trova anche un albero piantato dalla Regina Vittoria nel 1879 quando fu ospite degli Henfrey, precedenti proprietari della villa). All’epoca nel tratto tra la piazza dell’imbarcadero e l’Hotel Beau Rivage il lago arrivava praticamente ai bordi della strada statale. La prima pietra per la realizzazione del terrapieno del lungolago fu posata nel 1913, ma a causa della guerra i lavori terminarono solo nel 1921. La successiva ristrutturazione progettata dall’Architetto Bianchetti, realizzata con fondi europei, fu realizzata verso la fine degli anni ’90.

 

 

Lungolago di Feriolo

 

Pittoresco e romantico il villaggio di pescatori dolcemente adagiato in un golfo naturale di rara bellezza incanta per la semplicità delle sue case addossate le une alle altre che si specchiano nelle smeraldine acque del lago. Per la sua posizione privilegiata fu antico tratto delle imbarcazioni commerciali che rifornivano Milano di carbone, legna, fieno, formaggi, castagne e marmi di Candoglia. Successivamente divenne luogo di lavorazione e imbarco dei privilegiati graniti della zona. Oggi è un’apprezzata meta turistica balneare ideale per la vita all’aria aperta. Il lungolago che costeggia la spiaggia, offre diverse strutture ricettive e permette di praticare svariate attività sportive quali pesca, sub, sci nautico, vela e canoa.

 

 

Parco pubblico Carosio a Roncaro

 

Una piccola oasi immersa nei colori e nelle sfumature della natura nelle quattro stagioni, è l’ideale per trascorrere momenti di svago e tranquillità. Di impianto romantico il parco ha pregevoli alberi che in estate offrono ombra e frescura ed è attrezzato con giochi per bambini. Qui con un po’ di fortuna si avvistano scoiattoli. all’ingresso si trova una targa dedicata a Renzo Morandi “anima instancabile del Comitato di Roncaro, attento custode della memoria di questo territorio".